Pensieri sparsi…

L’anno nuovo è cominciato. I lutti seminati ultimamente hanno lasciato una profonda solitudine.

Gli anziani della grande famiglia hanno cominciato il loro cammino verso un luogo-non luogo, lasciando questo mondo così perverso in cui, secondo me, non si riconoscevano ormai più da tempo.

La nostalgia che mi attanaglia da giorni, i ricordi che tornano prepotenti anche nei sogni, case da svuotare…  sembra di scartare pacchi di Natale, solo che al posto dei pacchi ci sono le vite altrui e non riesci a decidere se è meglio buttare e dimenticare per non soffrire o se trattenere perchè tutto fa ancora parte del tuo passato…

 

“Spesso ripeto sottovoce

che si deve vivere di ricordi solo

quando mi sono rimasti pochi giorni.

Quello che è passato

è come se non ci fosse

mai stato.

Il passato è un laccio che

stringe la gola alla mia mente

e toglie energie per affrontare il mio presente.

Il passato è solo fumo

di chi non ha vissuto.

Quello che ho già visto

non conta più niente.

Il passato è il futuro

non sono realtà ma solo effimere

illusioni.

Devo liberarmi del tempo

e vivere il presente giacchè non esiste altro tempo

che questo meraviglioso istante”.

(A. Merini)