Autunno…

 

Cor venticello che scartoccia l’arberi
entra una foja in camera da letto.
È l’inverno che arriva e, come ar solito,
quanno passa de qua, lascia un bijetto.
Jole, infatti, me dice_ – Stamattina
me vojo mette quarche cosa addosso;
nun hai sentito ch’aria frizzantina?
E cava fòri lo scialletto rosso
che sta riposto fra la naftalina. 

– M’hai conosciuto proprio co’ ‘sto scialle:
te ricordi? – me chiede: e, mentre parla,
se l’intorcina stretto su le spalle,-
S’è conservato sempre d’un colore:
nun c’è nemmeno l’ombra d’una tarla!
Bisognerebbe ritrovà un sistema
pe’ conservà così pure l’amore…

 E Jole ride, fa l’indifferente;
ma se sente la voce che je trema.  (” Lo Scialletto” – Trilussa)