Sicurezza sul lavoro, ma…

L’ultima novità in materia di sicurezza per i cittadini italiani sono le telecamere sui taxi. La prima città a scegliere il video come deterrente antirapina è stata Firenze, poi Milano e fra poco sarà la volta di Roma. Ho letto che a Milano è stata stanziata la cifra di 1 milione di euro di contributi, fino a mille euro a tassista. Ma il sistema sembra ne costa 2.400, più 240 l’anno di manutenzione apparecchiature, per cui c’è già un certo disaccordo nella categoria.

Certo anche questo progetto è sicurezza sul lavoro, dunque il massimo rispetto per l’idea.

Ma in tutto questo io vedo due problemi.

Primo: uno straccio di risarvatezza lo vorrei lasciare al cliente, che non è libero di fare una telefonata senza che finisca in mano alle autorità, che poi sappiamo che fine fanno questi nastri…

Secondo: ai delinquenti non fa certo paura una videocassetta… semmai sapere che poi ti beccano, ti sbattono dentro e ti ci lasciano.

A questo proposito: quando facciamo qualcosa?

 

 

 

Martina che sorride e che cresce… spero in un mondo migliore!

 

 

4 pensieri riguardo “Sicurezza sul lavoro, ma…

  1. E noi,”poveri clienti”,chi ci difenderà dalle richieste esose di certi tassisti?

    Questa sottolineatura non vale ,naturalmente per tutti. Anzi,molti sono carini e gentili…ma,quando si capita nelle grinfie di chi vuole solo speculare,bisognerebbe averla noi la telecamera!!!

    Vedo che nel blog Mary,hai fatto dei bei cambiamenti! Complimenti,è tutto più luminoso. Il verde era bello,ma decisamente più scuro.Ora sembra ci sia il sole! E un sole in effetti c’è…il sorriso della tua nipotina è dolcissimo! Quanto è cresciuta! Viene la voglia di riempirla di baci. Dagliene uno da parte mia.

    A te un abbraccio affettuoso.E’ il primo commento che faccio post-vacanze.Mi sento un po’ arrugginita. Ciao!!!

    "Mi piace"

  2. Vitty bentornata! Le vacanze lasciano tanta pigrizia, ma spero che tu riprenda al più presto. Siamo combattenti, no?
    Certo, l’idea delle telecamere sui mezzi pubblici come sicurezza mi ha lasciato un po’ interdetta. Mi è venuto subito da pensare: a questo punto siamo arrivati?
    Ebbene sì. E’ di qualche giorno fa la notizia dei due turisti olandesi moglie e marito, massacrati di botte quì a Roma con stupro della donna. Di ieri la notizia di due turisti tedeschi che hanno subìto botte e violenza in Campania, ritornati immediatamente nella loro città e dichiarato che non metteranno mai più piede in Italia!
    E poi ci chiediamo come è considerato all’estero il nostro Paese?

    P.S. parola da digitare “quanto”. Quanto durerà questo caos?

    "Mi piace"

  3. Fra un po’ troveranno il sistema per spiarci anche dentro casa. Non c’è scampo. Come dicevano Troisi e Benigni…non ci resta che piangere!
    L’unica cosa bella è la tua splendida nipotina. Possiamo solo sperare che i bambini di oggi crescano in un mondo migliore. Ciao Martina, un bacione e tranquilla…finché c’è la nonna c’è speranza!
    Ciao Nonna Mary…:)

    "Mi piace"

  4. osservo che hai ripreso i post con ritmo accelerato, dopo i tuoi viaggi. Mi sono aggiornato ripercorrendo i post di qualche giorno addietro, anche bofonchiando sulle poesie dei due perenni belligeranti (sempre bravi). Per tutti i post, vale la foto della tua piccola: speranza per tutti i bimbi in un mondo migliore, così come altri amici hanno commentato. Ciao.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...