Mai chiedere…

Trovo allucinante leggere che qualcuno abbia deciso di finanziare alcuni studi che, sono convinta, qualsiasi donna può riferire gratis: gli uomini hanno un cervello predisposto al sesso e al parlare il meno possibile, le donne invece sono strutturate per le emozioni e il dialogo.

Loro (gli uomini) appena tornano dall’ufficio hanno priorità assolute. 1) andare in bagno; 2) controllare che il pc funzioni e non si sia autodistrutto; 3) sprofondare sul divano, davanti alla tele, in attesa di essere chiamato per la cena.

Volendo allungare la lista, "parlare con la partner di come è andata la giornata" non compare. Mai.

Quella che per noi è la crisi del dialogo, per loro è solo quiete casalinga. Una quiete che può essere offuscata quando, in preda a mille dubbi, domandiamo: – A cosa stai pensando, caro? –

– Uhmmm… a niente, tesoro –

Risposta sbagliata che porterà a gravi conseguenze.

Tra l’altro, per loro, "niente" vuol dire proprio "niente" e non, come nel nostro caso, "ci mancherebbe che mi metta a spiegarti cosa c’è che non va, dovresti saperlo bene, insensibile bruto che non sei altro!"

 

 

Sogno di una notte di mezzaestate…

 

12 pensieri riguardo “Mai chiedere…

  1. stasera ho appreso dal tg che hanno finanziato ben altri studi…e qui, davvero, ce ne vorrebbe x capire chi lo abbia fatto: si diventa campioni (sport) usando sia il cervello sia le nozioni derivanti dalla pratica.
    ma và?!?
    io dico…cosa pensavano che usassimo?
    i bulbi piliferi????
    sono basita.
    dunque, il tuo post sinceramente…tanto strano non mi sembra neanche!
    gosh…

    "Mi piace"

  2. Troppo forte, hai ragione…(quasi su tutto…quasi).
    Non sanno proprio come sprecare i soldi, magari devono regalarli a qualche ricercatore amico. Sai com’è,,,tengo famiglia. E’ lo stesso che mi viene da pensare quando leggo di certe ricerche delle solite università americane. Molto spesso sono così strampalate che mi viene il dubbio che siano veramente ricercatori universitari. Buon ferragosto…:)

    "Mi piace"

  3. Complimenti, Mary, per la nuova *abbagliante* (e così siamo in linea con Ariela) veste grafica, e complimenti per il bel post, che arriva quasi a rompere i gaudenti monotoni momenti di questa quiete estiva che ormai volge alla fine.

    Che faccio ci riprovo a prenderne qualche spunto per dei versi estemporanei (il mio solito viziaccio)? . . .

    Mi sono infatti immedesimato nella figura di questa paziente *lei* da te fantasiosamente descritta con sapienti tocchi (cui si può aggiungere il vendicativo suggerimento dalla saggia Sempreio), al punto da renderlo ottimo immaginario personaggio, da sviluppare eventualmente in una commedia (anche se da qualche confidenza ricevuta in spiaggia mi sembra che esista qualche addentellato con la realtà).

    Se non di tuo gradimento quanto scritto . . . compresa la precisazione sotto il titolo **(da un*idea di Mary)** . . . ovviamente cancella il tutto, ed provvederò a cassarlo (ah, cosa richiama alla mia mente questo verbo!!!!) dalla mia raccolta. E* per questo mio timore che in vero ho aspettato che tu, Mary, creassi un nuovo post in modo da dare poca immediata evidenza a questo mio commento (in genere i commentatori non ritornano, salvo casi eccezionali, a leggere i post precedenti, e spesso neppure i titolari del sito)

    Comunque, sempre grazie, ed auguri per le tue nipotine, ormai quasi *nipotone*

    A____N I E N T E
    (da un*idea di Mary)

    Ritorni dall*ufficio e ti sprofondi
    sul divano a guardar la tele,
    mi parli sì e no per due secondi
    mentre che inforno la torta di mele

    che per te ho fatto . . . ovvio sei già stato
    in bagno, quello è il rito dell*arrivo,
    ed hai il tuo pc ben controllato
    che funzionasse ancora. Ecco vivo

    sapendo ormai tutte le tue mosse
    . . . bagno, pc, tele . . . e quindi poi
    **Che si mangia *stasera?** . . . Senza scosse

    scorre così la vita in mezzo a noi.
    Darei il mondo per tre rose rosse,
    per un **Che belli ancora gli occhi tuoi!**

    Solo silenzio invece, opprimente . . .
    o al **Cosa pensi?** la risposta: **A niente!**

    . . . E il sesso è fumo di candele spente.

    Debbo tornare . . . eh, sì . . . luna crescente!

    (Sergio Sestolla)

    "Mi piace"

  4. Amici cari, ogni tanto bisogna cambiare… in effetti, il nuovo look sprizza luce e dà l’idea della calda estate.

    * Sergio, bentornato carissimo. Come vedi sono una di quei “casi eccezionali”, spero lo sia anche tu. Ma dico, come puoi pensare che i tuoi simpatici versi non siano di mio gradimento? In rima hai proprio centrato il concetto del mio post!
    Nella maggioranza dei casi (anch’io durante le vacanze ho avuto qualche confidenza sotto l’ombrellone…) le tante “Lei” non sono immaginarie, ma proprio reali, come del resto i tanti “Lui”. Dopo anni di convivenza, le coppie sembrano proprio fatte con lo “stampino”!
    Quindi non cassare (ma Cass che fine ha fatto? dovrei spostare i link tutti a destra?) questa simpatica poesia dalla tua raccolta. Ciao carissimo, un saluto allo zio Sergio dalle nipotone!

    "Mi piace"

  5. * Ariela, addirittura gli occhiali da sole!Però, in effetti, c’è proprio tanta luce… Ci siamo già dette tutto ieri… o quasi…

    * Giano, anche a me piace molto il verde (speranza?), ma devo dire che così si legge molto meglio. Ho ragione da vendere! E su tutto!

    * Sempreio, beata te che sei riuscita a cambiare un po’ le cose. Ogni tanto le cambio anch’io, il cervello maschile ritorna a funzionare, ma poi…

    * Ivy benvenuta! Anche tu la pensi come me???

    * Octy, durante si parla, ma dopo? C’è sempre la tele…

    "Mi piace"

  6. Grazie, Mary: come stai vedendo non ho fatto una brutta fine e sono ancora sulla breccia, pardon sul tuo monitor in questo momento, per ringraziarti di avere gentilmente chiesto mie notizie circa, appunto, la fine che posso avere fatto, e se sarebbe opportuno **spostare i link tutti a destra**.

    Premesso che non mi permetterei mai di chiederti esplicitamente di modificare la tua sempre più piacevole grafica se così per te è soddisfacente (anche se il mio pc visualizza in maniera tutta slargata i post con i link a sinistra, per cui sono costretto, perdendo quindi il piacere di una lettura continuata, ad usare in continuazione la freccetta in basso per inseguire lo scritto), posso ben dirti che fra le altre tante cose da faccio (e la ripresa del lavoro ha in serbo per me qualche gravoso impegno!) leggo sempre con piacere i tuoi post di attualità, nonché di comunicazione ai tuoi amici circa il bel periodo di felicità che stai attraversando seguendo, a volte con giustificata ansia per i tempi che potrebbero venire, la bella crescita delle tue belle nipotine, alle quali vanno i miei auguri di cuore.

    Ho letto pure questo tuo post sul triste silenzio del “lui” protagonista della scenetta, e la composizione di Sergio che la riproduce, con qualche azzeccata modifica e licenza poetica, in versi (riuscendoci bene, debbo pur dire! . . . Zac, mi sono morso la lingua, anzi il dito).

    Tanto per completare i possibili atteggiamenti fra i partner, scriviamo per contrapposizione a Sergio, qualcosa di positivo e consolatorio in argomento, o meglio di come si vorrebbe (ma che purtroppo non sempre avviene) che le cose fossero effettivamente: *dialogo* sempre cioè . . . perché l’amore è principalmente **di testa** . . . e sempre, ovviante, pure tutto il resto.

    D I A L O G A R E

    Eterno è il mio dialogo con te
    ora. . . ora soltanto, mentre prima,
    quando ti conobbi, eri per me
    adatta sol con altri a fare rima.

    C*è stato poi un bellissimo intervallo,
    fatto di baci – quanti! – e di carezze,
    labbra lessate, tu. . . io, allo sballo,
    . . . parole poche ma. . . tante dolcezze!

    E poi fummo costretti a star lontano,
    non molto e non spesso ma quel tanto
    per cui sostituimmo, piano piano,
    al facile piacer di stare accanto

    una delizia nuova: dialogare. . .
    per lettera. . . per filo. . . col pensiero
    – e dura ancora! – fino a sprofondare
    in un piacere forse un po* più vero.

    L* *altro* non lo lasciammo, benintesi!
    . . . se si poteva, beh!. . . ** Taja ch*è rosso! **,
    mica eravamo noi dal cielo scesi?. . .
    mica avevamo poi saltato il fosso?

    (Cassandro)

    "Mi piace"

  7. Che piacere arrivare qua,dall’amica Mary e trovare questa bella poesia!!Devo dire carissima che l’argomento è veramente interessante e in un verso o nell’altro riguarda un po’ tutti. Infatti,ogni coppia,se non trova i modi e gli argomenti giusti per mantenere vivo il sentimento che li unisce,rischia di scivolare nell’apatia.E l’apatia è l’anticamera dell’indifferenza,della solitudine…del silenzio!

    L’argomento è talmente interessante e vero,che tutti e due i nostri amici ,i famosi “clerici vagantes” come li definì tempo fa Colomba Platino, (che saluto e ricordo con tanto affetto)hanno pensato bene di intervenire con due poesie diametralmente opposte,riguardanti la vita di coppia. Lo scorcio che ha dato Sergio è desolante e triste.L’incomunicabilità e la scontenetezza sono il trampolino di lancio per aprirsi a nuove storie…infatti,la protagonista si chiede se non sia il caso di tornare “Luna crescente!”

    Invece i tuoi versi Cassandro,raccontano di due persone piene di entusiasmo, di amore,che hanno molte cose da dire. Talmente tante che neppure le distanze possono smorzare la voglia e il bisogno di comunicare. E i silenzi,sono attimi d’amore!!!

    Ah, Sergio mi scuserai, se stavolta preferisco di gran lunga questa situazione a quella triste, descritta magistralmente da te.

    Bravo,bravo,bravissimo Cass,ti dispiace se adotto anch’io quel grido beneaugurante “Taja ch’è rosso?!” …hai visto mai?….

    Grazie Mary dell’ospitalità e scusa se mi sono dilungata troppo. Un caro saluto a te e a tutti,ciao!!!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...