Ancora sul Natale…

Caro blog,
un battito di ciglia e Natale è passato, il lungo scintillante mese di dicembre è ormai finito. Lo dico sempre, Natale conosce bene la matematica, sa elevare tutto alla massima potenza: chi è felice diventa felicissimo, chi è infelice infelicissimo, chi è innamorato il più innamorato del mondo, chi è solo il più solo dell’universo.
In molti temono il Natale, se ne allontanano, fuggono per passare direttamente al mese successivo. Alcuni addirittura fanno finta che non esista, chiudono gli occhi per non vedere gli scintillii e le orecchie per non sentirne la voce, quella voce che ricorda i fantasmi dell’infanzia, le poesie, le preghiere, i volti cari, scomparsi, dissolti come neve.
Ma ci sono altri che, invece, gli vanno incontro al Natale.
Perchè hanno fede in Dio, o perchè Dio l’hanno perso ma gli è rimasta la fede, o perchè in casa hanno bambini, o li hanno avuti un tempo e di quel tempo sentono nostalgia…
E altri ancora gli vanno incontro per amore del bello che tanto assomiglia al buono, o anche per sconforto.
Personalmente, più sono triste più addobbo tutto quello che mi capita sotto mano, ma in special modo finestre.
Come vorrei abitare di fronte a me! Essere la mia dirimpettaia, vedere da lì i miei davanzali, i miei gerani travestiti da agrifogli, lo scintillio delle lucine, i babbi natale a cui il vento soffiando fa suonare i loro campanelli…

Un brindisi allo scoccare della mezzanotte ed un altro anno è passato, volato via.
Desideri, buoni propositi, sorprese, tutto riposto nel nuovo anno, a cui vado incontro con la speranza che sia migliore e con l’attesa di un evento meraviglioso…

11 pensieri riguardo “Ancora sul Natale…

  1. Primaaaaaaaaa.
    Mi piace questo post, è vero per Natale ma anche per tutte le occasioni festive. Sono sicura che il tuo anno nuovo sarà meraviglioso pieno zeppo di belle emozioni.
    Mi fa piacere per te mia carissima amica, partecipo con tutto il cuore.

    "Mi piace"

  2. Terzooo! arrivo anch’io, al dopo Natale, e alla vigilia dell’Epifania. ”
    “Come vorrei abitare di fronte a me! Essere la mia dirimpettaia, vedere da lì i miei davanzali, i miei gerani travestiti da agrifogli, lo scintillio …”. Avresti potuto scrivere ” abitare di fronte a casa mia…” e invece no. Hai scelto “di fronte a me” = profondo. Quanto le tue parole mi suonano giovani, con i gerani-agrifoglio e l’attesa dell’evento meraviglioso…….Un meraviglioso che rimbalza come i sassi che schizzano scivolando sull’acqua. Mi rivolgo al tuo ottimismo per rilanciarti l’attesa di chi vuole salva la vita. Assieme a chi lotta contro l’AIDS, che fa strage in Africa, e altrove, dove non arrivano i medicinali che, in Occidente, invece porgono rimedio. Contro i tanti modi di condanna a morte l’uomo. La Befana porti via tante sozzerie , e come scrive Vitty, anche la pena di morte. L’Epifania conforti nell’ottimismo per la speranza di salvezza: un pur piccolo passo in più, che questo nuovo anno possa vedere per tutti gli uomini,.assieme all’attesa del tuo meraviglioso evento. Grazie per avermi completato con titolo e la “mitica Gabriella Ferri” la mia citazione approssimata., colorandola anche con il riferimento allo spirito romanesco con l’acutezza di Trilussa, e gli altri personaggi da Belli a Gigi Proietti.

    "Mi piace"

  3. Quarto…Marysaggia,
    una bella e dolce riflessione.
    Tutti gli anni mi riprometto di far luccicare il balcone e poi..niente.Devo fare l’attacco elettrico e poi il prossimo Natale guarderò il mio balcone, dal basso. Abito al primo piano

    "Mi piace"

  4. Caro Octopus, se abiti al primo piano c’è il rischio che ti entri qualche Befana dalla finestra, quindi installerei l’elettricità per fa prendere la scossa alle Befane, no?
    Ciao Mary, ma le vendono ancora le scarpe di cioccolato con le caramelle e i cioccolatini dentro?

    "Mi piace"

  5. Forse non ho capito la battuta sull’elettricità. Queste povere Befane dovranno pur entrare da qualche parte per lasciare cioccolatini e caramelle…

    "Mi piace"

  6. Quanto mi piacciono questi nomignoli che mi dai, caro polpetto! La saggezza è la virtù delle persone anziane ed io, nonostante l’ottimismo, mi sento così vecchietta…
    Preparati per il prossimo anno ad installare le lucine sul balcone, ti giuro che sono una favola!

    "Mi piace"

  7. L’Epifania è passata ed ha portato via tutte le feste, caro Giovanni. Non so se porterà via tutte le sozzerie, come dici, ma lo spero veramente di cuore. Un piccolo sforzo da parte di tutti noi, e soprattutto da parte dei “potenti”, per rendere sereno questo nuovo anno, appena nato.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...