Pensieri felici…

Un pomeriggio, nel silenzio della casa, la mia mente decide di volare libera nel flusso dei pensieri. L’ha deciso lei, così mi lascio trasportare: immagino.
Mi vedo in una piazza, con un banchetto.
La gente che si ferma ed io lì, in mezzo a loro, a scambiare sogni, desideri, impressioni, illusioni, utopie, idee, pensieri. E la gente acquista tutti i pensieri che già altri hanno scambiato in precedenza.
Li acquista nel senso di acquisirli, farli propri. E venderli, aloro volta, esprimerli, per metterli a disposizione dello scambio futuro.
Pensieri. Pensieri felici, come diceva Peter Pan. “Per volare devi aggrapparti al tuo Pensiero Felice”. E allora, se puoi volare, prima o poi riuscirai a raggiungere l’Isola che non c’è.
Il segreto è che tutti possiamo volare perchè tutti sappiamo volare.
Solo che ce lo dimentichiamo. O abbiamo smesso di crederci.
Se tutti ci mettessimo in volo, si riuscirebbe a pensare ad un altro mondo. Quello che immaginiamo, quello che vogliamo.
Mi capita spesso di chiedermi dove sta scritto che il mondo deve andare così.
Il nostro stile di vita soffoca nella ragione fatta di calcolo e mercato, scambio e interessi e assicurazioni per conservare quel tesoro che sempre più sta inaridendo: la vita senza più bellezza…
Forse se cominciassimo a mangiare idee, potremmo davvero farla la nostra rivoluzione. Non credete?

Anno nuovo, calendari nuovi…

Anno nuovo, calendari nuovi! Superati ormai quelli fatti d attrici, show-girls, veline, letterine, paperine… la novità, per il 2005, è rappresentata dal calendario fatto da una sportiva, la campionessa di golf Sophie Sandolo che posa, con sguardo intrigante, incorniciata (accidenti che idea!) da una fila di palline che le contorna il corpo nudo. Che dire?
In un’intervista lei dice di adorare il golf, che vorrebbe farlo apparire sotto un’altra luce: non uno sport da vecchietti snob, ma una disciplina giovane ed innovativa. Questo, naturalmente, con il suo personale contributo ed… attributi.
Che generosa! che attaccamento al mestiere! Offrire le proprie natiche, e non solo, alla causa della professione! Ma siamo seri. Ormai lo sanno tutti che il golf oggi è molto di moda e che viene praticato da fusti, anche molto giovani, spesso pure belli e, dunque, non mi sembra affatto che si sentisse il bisogno di svecchiarlo.
Quindi, il contributo della sportiva mi pare superfluo e le sue tette uno sforzo sprecato. Sembra anche che la ragazza abbia dichiarato che il mondo è pienop di donne e colleghe invidiose. Non faccio parte della categoria e sono lontana dai 28 anni della signorina. Quindi fuori concorrenza.
Ma mi chiedo: perchè la ragazza non dice chiaramente che del calendario la stuzzicavano i milioni ed una certa pubblicità? Non per il “vecchio” golf, ma solo per lei medesima?
Si fa fatica a correre su strade più lunghe. Meno in vetrina.
E per favore, non confondiamo la fame di denaro e l’ossessione dell’apparire con un’operazione umanitaria e sociale!
Non fa onore nè alle donne nè a qualunque sport.