Votiamoci!

Elezioni europee. I muri della città sono tappezzati di cartelloni propagandistici. Non c’è strada o vicolo che si salvi da questi enormi “faccioni” maschili che ti guardano sorridendo ed ammiccando con slogan elettorali.
E allora mi viene da chiedere: e se ogni donna votasse una donna?
Non è una provocazione la mia, è un invito a riflettere su quello che potrebbe succedere se tutte noi esercitassimo un diritto che abbiamo già: quello di scegliere.
E’ un invito a pensare a come potrebbe cambiare la politica se ogni donna, guardando alle liste del partito di cui condivide gli ideali e le proposte concrete, scegliesse un’altra donna.
Ce ne sono, poche, ma ce ne sono: agguerrite, competenti, appassionate, capaci di immaginare un futuro migliore.
Del resto le donne hanno fatto molta strada nel corso degli anni.
Nella moda, nell’imprenditoria, nella scienza. Perfino nelle forze armate. Purtroppo c’è ancora un luogo nel quale proprio non si riesce a battere o eguagliare il record degli uomini: il Parlamento.
In Italia, poi, le donne sono in netta minoranza, il 10 per cento. Curioso: perchè la maggioranza degli italiani sono donne.
Ho letto che facendo due conti spiccioli 24 milioni di donne hanno diritto di voto contro i 22 milioni di uomini: se le donne candidate fossero un numero pari agli uomini e se ogni elettrice votasse per un’altra donna, ci sarebbe una parità parlamentare, forse anche con un certo vantaggio.
E tante leggi che non ci sono affatto piaciute come quella sulla fecondazione artificiale, sull’aborto, sulla prostituzione, sulla pedofilia, sulla parità sul lavoro, sul mobbing, sulla pace, si potrebbero pensare in modo diverso…
E allora, perchè no? Noi donne siamo autocritiche ed ipercritiche, alle volte tendiamo ad avere poca fiducia in noi stesse e nelle altre.
Ma forse è ora di smettere, e di contare un po’ di più.

7 pensieri riguardo “Votiamoci!

  1. Ipoteticamente potrei darti ragione, anche se come discorso generale credo che non bisogna fare distinzioni tra uomini e donne ma scegliere chi è migliore per il ruolo in questione!
    Ma qui si parla di POLITICA dove nessun ragionamento obiettivo è valido.
    Ti dico perchè secondo me non tutte le donne votano donne, motivo principale non tutte le donne scelgono chi votare, per molte è un voto imposto magari semplicemente dal marito, ma molto piu spesso quando si chiudono accordi politici anche nei piccoli centri, c’è il voto della famiglia, tradotto io mi metto daccordo con una persona per fargli un favore e lui mi porta i voti di moglie figlie sorelle zie (uso solo i femminili pero’ anche i voti dei maschi fanno questa fine)! Secondo me le persone che votano secondo coscienza e non per motivazioni di convenienza e/o parentela-amicizia sono una minoranza!

    "Mi piace"

  2. Per quanto riguarda invece le elezioni politiche, dove gli interessi locali scemano un po’..
    Io ho votato solo una volta e sai chi era candidata da me? Alessandra Mussolini!!! Ora io sono uomo e quindi nn conta, ma nn credo che molte donne si riconoscessero in lei!

    "Mi piace"

  3. Ciao Mary, sono d’accordo con te. Il problema e’ che sono veramente poche le donne candidate…

    Curiosita’: in Sardegna ci sono contemporaneamente anche le elezioni regionali. La novita’ sta nella candidatuta di Soru, l’inventore e proprietario di Tiscali. Nella sua lista sono praticamente tutte donne. E’ una sua strategia per riuscire a vincere…
    Un bacio da Cambridge

    "Mi piace"

  4. Come hai ragione! Però bisognerebbe abbattere questi pregiudizi. Io non ho mai votato per chi diceva mio marito, forse mia madre o mia nonna lo hanno fatto. Ci vuole tempo per cambiare le cose. Anche se, come ho detto, per ora è solo un sogno, forse… un domani… chissà.

    "Mi piace"

  5. Va bene, più donne al vertice dello Stato. Promesso voterò una donna (seriamente!). Ma basta con il vittimismo: “Siamo donne, oltre le gambe c’è di più…”. Detesto chi dice: “Abbiamo la parità” ma parità di ché? Gli idioti sono travestiti e nei modi sono donne o sono uomini. Non conosco un amico che se facesse politica lo voterei. Altrettanto ho un’amica che fa politica e che non gli volterei mai le spalle. W gli uomini sensibili come una donna e W le donne con un bel paio di palle.
    Cambiamo, in un modo o in un altro…
    Ciao Ale

    "Mi piace"

  6. Sono convinta che in politica le donne possono occuparsi di tutti gli argomenti che gli uomini trascurano. Zone d’ombra in cui l’elettore però si riconosce.
    Per esempio prendiamo il ritorno a casa di tante mamme-lavoratrici distrutte dalla mancanza di servizi sociali.
    Gli uomini forse ne sono anche contenti. Se le donne elette si occuperanno di queste cose faranno un buon lavoro.
    Le donne, secondo me, sono più forti, più oneste, più serie e credo abbiano più fiuto per le esigenze dell’elettorato.
    Senza “mettere i pantaloni”, altrimenti è una battaglia persa in partenza!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...