E’ più facile trovare un paio di scarpe o un marito?

Si avvicina a grandi passi il Natale, tempo di regali, ahimè, e voglia di indossare qualche cosa di nuovo per la festa.
Ma girando e buttando l’occhio nei vari negozi, mi sono resa conto che non solo i generi di prima necessità costano un “botto”, ma improvvisamente è diventato difficile anche trovarli.
Come le scarpe, ad esempio. Le scarpe? Ma se la penisola pullula di negozi di scarpe. Dal grande negozio al mercato, le scarpe sono sempre la prima cosa che ci viene offerta. Con delle scarpe nuove, anche se non è Natale, ognuno, almeno il primo momento, si sente felice.
Però oggi come oggi, per un maligno sortilegio della moda, è diventato difficile anche trovare un paio di scarpe giuste. A meno che uno non si accontenti di quelle miriadi di scarpe a punta che hanno invaso ormai da tempo tutti i negozi.
Stivali, camoscio, velluto, da sera, tutte sono desolatamente a punta, come fossimo tanti giullari. Come non fosse possibile essere ancora una donna che ama una calzatura classica ed elegante. Cercare delle scarpe con tacco alto, ma non troppo, e la punta arrotondata. Come quelle di sempre. Impossibile. Non ci sono! Persino nei negozi con un nome, la punta trionfa!
C’è da chiedersi se è più difficile trovare un paio di scarpe piuttosto che un marito.
Infatti ci sono quelle che si accontentano e quelle che continuano una ricerca disperata, che si lagnano, si disperano… ma alla fine quasi tutte trovano.
Non proprio quello che cercano, ma trovano.
Rimangono al palo solo quelle che vogliono troppo e a forza di continuare a cercare “quello lì” non si accontentano di “quello là”.
Le donne queste cose se le raccontano. Gli uomini parlano meno, così si sa se la loro ricerca è ugualmente disperata, se quasi tutti sognano “quella lì”, ma sono sposati con “quella là”.
La similutidine con le scarpe forse c’entra poco, ma io continuo a cercare… le scarpe chiaramente!!