Una paura tranquilla

Questa mattina, davanti al computer, tra un rispondere al telefono, al citofono, una fattura, ho ben poco da dire… Mi domando cosa ci spinge a scrivere su questo blog. E’ un’idea nuova e noi abbiamo tante cose da dire.
Le persone non hanno più tempo di ascoltarci, vanno troppo di fretta.
Le solite cose: lavoro, casa, famiglia, palestra, TV.
Che vita grama…
Una cosa ce l’avrei, è una sensazione che provo da un bel po’: ho paura.
Una paura tranquilla, la mia, anche se può sembrare contraddittorio: la paura non è mai una sensazione tranquilla. Eppure io la provo così, incoscientemente.
Questa mattina, al telegiornale hanno dato la notizia di eventuali prossimi attacchi terroristici in Italia. Roma è una delle città interessate.
Soprattutto i mezzi di trasporto. E cosa c’è di più minato nella nostra città? La metropolitana.
Ho paura perchè non mi piacerebbe fare la “morte del topo”! Anche se ho una paura tranquilla, come dicevo.
Dicono di aver rafforzato i controlli. Io non ho visto nessuno, se non la solita gente assonnata, infastidita, pigiata lungo questo oscuro convoglio che viaggia tutto il giorno avanti e indietro.
Sondaggio:
Voi avete paura?